Loading the content... Loading depends on your connection speed!

« Ritorna alla Pagina Precedente
New!

Showdetails Accessori SS 2018

Showdetails Accessori SS 2018

55,00 


2 Uscite per Anno: Aprile / Novembre

Foto in Alta Risoluzione

ABBONAMENTO


Svuota
  • Descrizione

    Descrizione Prodotto

    Showdetails Accessori SS 2018

    Showdetails Accessories è l’unica rivista al mondo che presenta gli accessori più interessanti di ciascuna collezione in un formato così grande!!! Largo spazio viene dato non solo a Scarpe e Borse ma anche a tutti i Dettagli che caratterizzano con forte personalità un look e ai Bijoux.

    METTE IN RISALTO:

    – la copertina dal forte impatto tattile e visivo (da ora con un nuovo layout!!!)
    – l’editoriale che analizza i trend più forti della stagione con testo e immagini
    – la sezione showroom sempre più ricca con immagini grandi per una migliore visibilità degli accessori
    – la sezione sfilate con immagini degli accessori ben visibili e dei capi interi ai quali fanno riferimento
    – un totale di 320 pagine prodotte, oltre 2.500 immagini pubblicate e 91 collezioni presentate!!!

    Riflessione sull’odierno, pieno di sfide insormontabili, complicate.
    Esistono per metterci alla prova, in un’infinita ricerca di miglioramento.
    Gli accessori si fanno testimoni, diventano specchio della realtà che ci circonda oppure sono strumenti, i migliori alleati di sempre.
    Nella tendenza Plastic surgery, trasparenze esenti da difetti mostrano e celano artificiosamente una bellezza sintetica, esemplificata nelle borse cloche o nelle scarpe con tacco scultura.
    Armonia, ordine, disposizione precisa di parti mobili creano una melodia di lacci, intrecci e filamenti: in Come corde vocali, borse e scarpe diventano il regno di giunture in pelle o in catena, estensioni incantevoli e dinamiche mentre i sandali chiusi si nobilitano di reticolati preziosi.
    Training fisico e mentale, da forze speciali, quello imposto nel trend En avant, marche! L’incitamento al progresso, all’avanzamento si coniuga con determinazione, disciplina e grinta. Spazio allora a borse extralarge studiate per raccogliere tutto l’equipaggiamento da missione in trasferta, oppure a stivali dalla suola resistente per percorrere miglia a passo di marcia.

    PLASTIC SURGERY

    Materia sintetica, indistruttibile, realtà tangibile di un’epoca artificiale che punta alla perfezione palese e trasparente, uscendo dalle leggi naturali, facendo affidamento su creazioni da laboratorio, con l’intento di soddisfare le necessità estreme di umani in contesti sempre più inumani.
    Gli accessori si fanno testimoni di questa tendenza ‘di facciata’ che unisce minimalismo ed esagerazione in un tripudio di magnifica illusione.
    Chanel propone un binomio scarpa-borsa a tutta plastica.
    Lo stivale a mezza coscia, con punta e tallone enfatizzati da un cambio di materiale, ha fori tagliati al laser, effetto sfiatatoio.
    La classica borsa trapuntata fa finta di nascondere al suo interno una consorella più piccola.
    La stessa attitudine per la bella e insidiosa borsa borchiata di Valentino che mostra e difende a un tempo.
    Rigidi, gli ankle boot di Balmain hanno suola bordata di catena e una resistenza paranormale. Dal tocco più soft and sweet sono le scarpe di Moschino, Valentino e Armani, tutte dall’aspetto docile, mera finzione di una realtà assai più complessa in cui nastri, forme fiabesche e dettagli preziosi fanno parte di un oscuro inganno ai danni dei più puri codici naturali. Il culmine dell’artificio giunge con la tracolla di Emporio Armani, una tasca ventrale nuda, eterna, indistruttibile che gioca con trasparenze ed effetti luce.

    COME CORDE VOCALI

    Sonorità complesse ma impeccabili e assolute.
    L’accessorio partecipa ad una lezione di fonetica, in cui la posizione delle parti mobili è fondamentale per la creazione di musicalità sublimi.
    Le borse di Fendi hanno forme contenute, bordate da laccetti cuciti come rammendi, pensati con perizia per produrre percezioni multisensoriali.
    Lo stesso dicasi per quelle di Jason Wu che calcano la mano con il color block a contrasto mentre la bag a mano di Miu Miu cita gli intrecci da cesteria; entrambe parlano chiaramente di struttura, conformazione, di un sistema foggiato sui principi di proporzione e funzionalità.
    Chloé, con i suoi texani sotto al ginocchio, gioca con connessioni e iper-decorativismo, trasformando la pelle traforata in un tripudio di viluppi da caos ordinato.
    Come un motivo da disco dance anni ’80 i sandali di Gucci con tacco vertiginoso hanno sottili cinturini di rettile che si mescolano a paillette e impunture caleidoscopiche.
    Una cascata di filamenti, snodi e raccordi rosso vivo si palesa sulla belt bag di Stella McCartney, apoteosi di crochet e lavorazioni a mano.
    La vista e il tatto uniscono le proprie forze per guidarci attraverso gli accessori di Bottega Veneta che ha fatto della pelle ordita la sua cifra distintiva, in questa stagione abbinata a borchie e occhielli effetto specchio.
    La doppia fascia bianca del sandalo Michael Kors Collection si contorce, coagulandosi in un nodo voluminoso ed appariscente, completando con la sua vocalità questo coro sinfonico dalle molteplici estensioni, dilatazioni, armonie.

    EN AVANT, MARCHE!

    L’incitamento di una sergente istruttrice immaginaria davanti ad un drappello che si muove con passo cadenzato.
    L’aria che si respira è quella del boot camp, un campo d’addestramento per nuove leve che devono affrontare le sfide impossibili del mondo attuale.
    Il corredo in dotazione è quello da forze speciali: strategico, tecnico, avanzato.
    Gli stivaletti zippati di Marni e quelli gommati di Céline sembrano pronti ad affrontare la prima missione in terreni acquitrinosi, dove la maxi suola in gomma garantisce una stabilità priva di insidie.
    A prova di parata, sono gli anfibi camouflage over-the-knee con suola carro armato di Jeremy Scott, adatti ad ogni tipo di schieramento.
    Le weekend bag di Sportmax e Marc Jacobs capienti, funzionali, con doppia presa, sembrano essere state studiate per incarichi ufficiali, fuori dai confini nazionali.
    Missioni dure ma non impossibili grazie anche a capienti sacche stagne da portare a spalla, come quella di Céline, con manico a banda larga e colore adatto ad una spedizione mimetica nella giungla.
    L’impegno militare si sposta nei cieli e zaini voluminosi rappresentano l’equipaggiamento fondamentale in scenari ad alta quota. Come quelli di Louis Vuitton, rigidi e compatti, con dettagli a contrasto, oppure quelli da paracadutista di MSGM che tuttavia sembrano appena usciti da uno scontro a fuoco in una partita di paintball. S
    tep forward, fino ad una missione spaziale, ecco invece a cosa fanno pensare gli ankle boot di Alexander McQueen dall’accento un po’ lunare, un po’ barocco.

    Please follow and like us:
    Facebook
    Facebook
    Google+
    Google+
    Twitter
    Visit Us
    YouTube
    Pinterest
    Pinterest
    LinkedIn
    Instagram
  • ABBONAMENTO
    ABBONAMENTO Annuale (ITALIA) : 2 Copie: € 110,00 - Spedizione GRATIS
  • SPEDIZIONI
    GRATIS...